L’alchimia ermetica

 

 

 

IL VALORE CONOSCITIVO DELL’ALCHIMIA ERMETICA

 

|| in collaborazione con Marco Furgeri ||

 

…. Il pregiudizio “evoluzionista” o “progressista” impedisce ai moderni di riconoscere l’effettivo valore e il reale significato delle scienze tradizionali. Essi ritengono che ogni conoscenza sia stata dapprima ad uno stato rudimentale, a partire dal quale si sarebbe sviluppata ed elevata a poco a poco. Una simile concezione, che postula una sorta di rozza semplicità primitiva, è manifestamente erronea, il superiore non potendo in alcun modo derivare dall’inferiore. Vero è piuttosto, al contrario, che «la maggior parte delle scienze moderne devono in realtà la loro origine a resti o per meglio dire a residui di scienze tradizionali incomprese». Così la chimica, che rappresenta un esempio particolarmente caratteristico, deriva non dall’alchimia autentica, ma dal suo snaturamento da parte dei “soffiatori“, ossia di profani i quali, ignorando il vero significato dei simboli ermetici, li presero in un senso grossolanamente letterale …

 

BIBLIOGRAFIA

 

R. Guènon, Il demiurgo

R. Guènon, Simboli della scienza sacra

R. Guénon, Il regno della quantità e i segni dei tempi

T. Burckhardt, Alchimia

Cesare della Riviera, Il Mondo Magico degli Heroi